27/08/09

Imbecillità


Incredibilmente, ci sono situazioni in cui la violazione delle regole è sicuramente impunita, tanto è plateale la mancanza di controllo e l' assenza di senso civico.
Ad esempio, gli svizzeri ed i tedeschi (in patria loro, non osano infrangere il limite di velocità) spesso eccedono in velocità in Italia, perchè "sanno che nessuno controlla" e "nessuno e' in grado di esigere le multe all' estero".
Anche il milanese che vuol mostrare "quanto c'e' l' ha grande" e sbarca con il suo anfibio sulla spiaggia di Budelli, pensava di farla franca, eludendo brillantemente la normativa con un mezzo non catalogato, meravigliandosi del fatto che l' abbiano fermato perche' in fondo aveva tutti i permessi per farlo.
L' anfibio si chiama Amphi Ranger , è un mezzo da collezione (risale al 1985) e magari sotto, sotto c'e' anche una scommessa (...vedrai che non mi ferma nessuno se vado a Budelli).
Contraddicendosi, invece di avere un basso profilo, il buon Dubini ha scelto la spiaggia piu' reclamizzata e preziosa d' Italia, confidando nella faccia tosta. Furbamente, non ha scelto la Corsica, più pericolosa.
Contro qualsiasi regola del buon fuoristradista, contro qualsiasi buon senso è riuscito a balzare agli onori della cronaca.

L' aggravante e' che il proprietario è collezionista e frequenta i raduni degli appassionati: a maggior ragione, da proprietario di un fuoristrada, una simile bravata è totalmente fuori luogo e pone tutti i colleghi collezionisti di fuoristrada militari e di anfibi sotto una cattiva luce.

L' esibizione totalmente gratuita e stolta è equivalente a mostrare in pubblico una pistola, sparando in aria per far vedere quanto sia pericolosa.

2 commenti:

Avv. Bertazzi ha detto...

il veicolo in questione "pare" essere invece in regola con la navigazione.
http://www.quattroruote.it/News/articolo.cfm?codice=197704

tra le nazioni che elenchi c'è anche quella produttrice...
per capire come mai l'italiano debba constantemente dimostrare qualcosa,
bisognerebbe guardare, a parte nei palinsesti delle tv commerciali degli ultimi vent'anni, la limitante legislazione italiana,
soprattuto nel campo delle modifiche (anche in generale eheh)
non mi pare che la persona abbia infranto la legge piu di qualcuno di nostra conoscenza che oltrettutto non è stato sanzionato.
http://www.youtube.com/watch?v=-X_hYWQa7lE

ciao

AD1958 ha detto...

Con tutta la comprensione che un foristradista può avere, da un punto di vista del buon senso, la cosa è stata veramente una follia. L' aggravante è che il proprietario appartiene ad un club di amatori, per cui è ben informato sui cosa si può e cosa non si può fare.
Apprendo che il mezzo sia in regola, sarà comunque il legislatore che giudicherà il fatto complessivamente.
Mi spiace che qualcuno abbia offerto il fianco alle critiche che tutti noi fuoristradisti e amatori di mezzi da collezione normalmente riceviamo, anche senza far danni.